Brenta Open

La montagna per tutti

L’accesso alle montagne, indipendentemente dal livello di abilità e stato psicofisico, è una conquista eccezionale: l’ambiente naturale è infatti quello dove, più che le barriere architettoniche entrano in gioco quelle legate alla forza morale, al carattere e alle qualità umane che spesso sono direttamente legate alle difficoltà affrontate nella vita.
Sovente, in queste situazioni le persone con disabilità indicano strade e soluzioni tecniche non convenzionali che aprono nuove soluzioni tecniche e didattiche.

Non è più possibile stabilire a priori se un percorso è accessibile o meno, per chi e per “quale” disabilità. Vi sono disabili che scalano montagne molto difficili e non disabili che faticano ad affrontare percorsi ritenuti semplici.
L’auspicio è che venga superato l’effetto “superstar”: non serve ammirare solo la persona disabile che compie imprese eclatanti. Ciò che veramente ci si aspetta da tutti  avere una mentalità “open” che significa saper scalare il mondo oltre le barriere architettoniche.


 

Brenta Open 2017

Questo indimenticabile weekend mi ha insegnato:

che con una grande forza volontà, con l’allenamento e con un bel gruppo di amici che ti supportano tutto è possibile.

che la parola “disabile” non ha più alcun significato.
In un ambiente come quello delle Dolomiti di Brenta contano le proprie capacità, la voglia di mettersi alla prova e le persone che ti accompagnano. Davanti alla fatica, ad una bella chiacchierata in rifugio e alla soddisfazione del traguardo raggiunto ogni differenza che prima mi sembrava palese semplicemente scompare.

che quando un gruppo di persone decide di dedicare il proprio tempo e le proprie competenze per dar la possibilità di vivere nuove esperienze a persone che queste possibilità non le avevano, il risultato che si ottiene è qualcosa che va oltre la soddisfazione. Si comincia pensando a quello che è possibile “donare” ad una o più persone e al termine di un’esperienza come questa capisci che quello che “hai ricevuto” è di gran lunga maggiore di ciò che hai offerto.

Un ringraziamento è d’obbligo a Sportfund Fondazione per lo sport Onlus e alle Guide Alpine di ActivityTrentino per l’aiuto nell’organizzazione e nella realizzazione dell’evento, agli sponsor che l’hanno reso possibile: Molveno Holiday, Apt Dolomiti Paganella, Trentingrana, Essse Caffè; e ai partner tecnici: EvolvClimbing Technology e Montura.

 

Guarda i video dei progetti degli scorsi anni:

 

Cima Tosa Open – 2015

 

 

Cima Brenta Open – 2016